lunedì 29 aprile 2013

CIMENTIAMOCI IN CUCINA!!

Premetto che non amo cucinare. Non amo PER NULLA cucinare.
Ogni volta che provo a fare qualcosa mi rivelo un disastro.
Anche cuocere una bistecca risulta un'impresa titanica per me!
Però so fare i surgelati. Il mio compagno mi chiama la "la donna frizer" e io sono davvero orgogliosa di riuscire a preparare una cena intera senza usare NEMMENO UNA e dico NEMMENO UNA padella!
Apro, scaldo, servo.... Bellissimo!
Quando lo sforzo richiesto è superiore allo "sbustare" qualcosa, riesco invece a sporcare ogni tipo di utensile, tovaglia, mobile. Anche il gatto ogni tanto!!!
Sono sbadata. Rovescio, spruzzo, schizzo e, se per puro caso riesco ad arrivare alla fine di qualcosa, prima di servire, immancabilmente arriva il patatrac.
Come quella volta che per scolare la pasta con tonno e fagioli mi è scivolato il manico della pentola e ho rovesciato tutto nel secchiaio.
La colpa  non era tutta mia. Diciamo mia per un 60%.
Il restante 40% era imputabile a questa nuova pentola cuoci e scola dal coperchio forato. Esce il vapore, esce l'acqua ma se non pressi bene esce pure la pasta col sugo connesso!! Adesso lo so.
Quella volta mangiammo pasta, tonno, fagioli e Nelsen piatti.
Comunque ieri l'altro ho trovato una rivista di ricette favoloso.
Sembravano tutte così semplici che pure io avrei potuto farcela. Insomma sì, mi sono esaltata. Per un attimo mi sono sentita alla stregua di Carlo Cracco.  Ce la posso fare, ce la posso fare!!! Stasera stupirò tutti! Non un surgelato ma UN VERO PIATTO fatto di ingredienti VERI!!
Opto per un POLLO ALLA STROGONOFF.
Aspetto di finire il lavoro e prima di rientrare vado al Conad.
Giornale aperto, borsetta, cestello, la mia prode figliola al seguito... sono impostatissima!
Arrivo alla cassa.
Mostro il giornale:-"il giornale è mio!! Sa, ho un'edicola... l'ho portato da casa!!!"
Mi sincero bene che lo vedano, lo sventolo bene.
 "sa, faccio una ricetta stasera"- me la tiro pure.... "Vero Mire??? Stasera cuciniamo!!! "
Imbusto tutto: panna liquida, salsa worchester, yogurt magro, funghi, cipolla bianca, pollo, ketchup..... ingredienti di cui nemmeno conoscevo l'esistenza.
Arriviamo a casa, parcheggio, gongolo con la mia spesa e metto gli ingredienti in bella vista sul tavolo. SONO PRONTA. PRONTISSIMA.
Prendo il giornale..... IL GIORNALE?
MIREA DOV'E' IL GIORNALE?
IL GIORNALEEEEEEEEEEEEE?????
E adesso cosa cazzo ci faccio con tutta questa roba??? Dove lo metto lo yogurt? e la salsa? E la panna?? Mi viene da piangere...
Sbatto mia figlia in macchina.
"Si torna al conad!!!!!"
"Ma mamma sono in ciabatte??? " La guardo con due topi rosa pelosi ai piedi.
"Fa lo stesso!!! Muoviamoci che chiude!"
Sfreccio ai 200. Quasi abbandono le sospensioni sui dossi mentre mia figlia volteggia in macchina e si diverte un sacco.
Arrivo nel parcheggio e mi lancio verso le porte.
La cassiera ha appena chiuso il vetro a chiave. Mi sorride e mi fa segno di no col dito.
NO??? APRI STA CAZZO DI PORTA!! VOGLIO IL MIO GIORNALE!!!
Mi spiaccico sul vetro come l'uomo ragno in grembiulino vedendo infrangersi i miei sogni di gloria culinaria!!!
"Vi prego aprite!!!!" imploro.
Impietosita la ragazza mi fa entrare.
Ispeziono le casse, davanti le casse, dietro le casse... mi fermano quando sto cercando di guardare sotto le casse e mi sbattono in faccia la pura verità "Non c'è signora!! Non c'è.... "
Esco sconvolta mentre mia figlia mi guarda appiccicata al vetro speranzosa come un secondo uomo ragno. Non c'è... sto STROGONOFF di pollo se lo mangerà  qualcun altro stasera.
Noi facciamo il pollo alla nostra.
Invento, mescolo, intruglio, faccio.. tanto sempre pollo è.
E il risultato non sarà proprio da Masterchef ma tutti dicono che è buono.
Io sono felice, ma se becco chi si è fottuto il mio giornale.... bello STROGONOFF pure lui!